News

Report TES #3 - Massa

TOSCANO ENDURO SERIES
ROUND #3 – MT. BRUGIANA (MS)
31 MAGGIO 2015

Alle 9:30 in punto Bagnoli Alessandro, Carissimi Davide e Bollentini Mattia lasciano la bellissima piazza Aranci, nel centro di Massa, e si avviano verso il Monte Brugiana. Sono loro i primi tra riders a partire dando il via ufficiale alla seconda edizione dell'Enduro Mt Brugiana, terzo round del Toscano Enduro Series 2015.
Ad attendere loro e tutti gli altri 135 mountain bikers, una lunga salita in “compagnia” di un sole quasi estivo ed un cielo sereno che, regalando un fantastico panorama vista mare, contribuisce ad alleviare la fatica.

 

 


Dopo una prima parte su asfalto le ruote iniziano a toccare il primo sterrato: una larga e piacevole strada sempre in salita ma molto pedalabile, segna l'ingresso nel bosco che farà da palcoscenico ad una lotta avvincente per la vittoria, lungo le 3 prove cronometrate preparare dai ragazzi di HUTR e WEST COAST TRAILS.
Dopo circa 10 km di salita ecco i rider giungere al cancelletto della PS1 - Giorgi Giorgi.

 


Questo sentiero è la novità più attesa del percorso, essendo stato aperto e tracciato da Alessio Giorgeri (3° lo scorso anno alla prima edizione dell'Enduro MT Brugiana) giusto questo inverno.
Il “Giorgi” è una ripida e sottile linea in terra immersa in un canale selvaggio.
Ma a preoccupare tutti i rider è il muro iniziale, un rock garden semi-naturale in pietra e marmo, con due strette curve iniziali.
C'è chi disegna una linea “improbabile” giocandosi subito il tutto per tutto, chi invece preferisce la prudenza e cercando di passare indenne per poi dare il massimo nei ripidi successivi.
Un sentiero che non consente errori perché non c'è spazio per rimediare e recuperare.
Giorgio Lazzoni fa subito valere il fattore campo, fermando il cronometro su un incredibile 3:02:80, rifilando 5 secondi ad un Francesco Pallini in grande forma e 8” ad altri due favoriti come Claudio Barreca e Davide Carissimi. Quinto di PS un ottimo Marco Mazzi.
Si torna a salire, sempre per la sterrata, per raggiungere lo start della PS2 Hollywood, forse la prova speciale più semplice ed intuitiva anche se la più lunga (seppur di poco): in questa speciale tratti di singletrack in terra più tortuosi si alternano a tratti più veloci su mulattiera sassosa.
A renderla più intrigate un paio di “S” nella parte finale, da pennellare al millimetro.
Lazzoni concede il bis, facendo segnare il migliore tempo con 3:06:65 e mettendo una seria ipoteca sulla vittoria finale, facendo meglio di ben 8 secondi di un costante e solido Pallini. Dietro di lui “la strana coppia” Barreca e Carissimi si invertono le posizioni mentre Yeomans, dopo la caduta in PS1 si fa rivedere là davanti con un buon 5° tempo parziale.
A fine PS2 il meritato ristoro permette ai biker di fare il pieno di energie prima di dare Un sentiero che è un grande classico del Monte Brugiana, uno dei primi ad essere tracciato dai ragazzi del Team HUTR: in circa 1 km e 300 metri sono concentrate tante situazioni diverse, che spesso si trovano su sentieri molto più lunghi.
Al via dell'ultima PS di giornata Lazzoni conduce su Pallini con 14 secondi di vantaggio, seguito da Carrisimi a 18 secondi e Barreca a 19. Più distaccato ancora Mazzi a 28” che deve guardarsi da Piccini, 3 secondo dietro di lui e da Mariotti a 4 secondi.

 


Salvo errori grossolani Lazzoni ha la vittoria a portata di mano, mentre le altre posizioni del podio sono ancora incerte: sarà una PS3 coi fuochi d'artificio!
Barreca si toglie la soddisfazione di vincere la speciale con il tempo di 2:50:95 con poco meno di due secondi di vantaggio su Lazzoni, che evidentemente non ha fatto molti calcoli; a meno di 4 secondi si piazza Marco Mazzi, con Carissimi e Mariotti ad un battito di ciglia.
Pallini è vittima di qualche errore di troppo e chiude 21° dando così l'addio ad un podio che nella generale sembrava decisamente alla sua portata.
Ma queste sono le gare, questo è l'enduro!

 

 

A fine gara tutti al tavolino per gustare gli ormai famosi tordelli massesi preparati della Associazione Pubblica Assistenza di Bergiola Maggiore, annaffiati con l'ottima birra de La Staffetta.
A fare da cornice le premiazioni, di fronte ad un panorama unico.
Questo il podio assoluto maschile:
1° Giorgio “Ciony” Lazzoni (Green Planet Bike)
2° Claudio Barreca (Team Speed Point)
3° Davide Carissimi (Remo Team)
Unica donna in gara Irene Savelli (Team Tree60)

 

Una giornata di bellissima mountain bike, che al di là della gara ha regalato a tutti grande divertimento, sia sui sentieri che nel dopo gara.

 


Ora giusto il tempo di recuperare le energie poi il TES si rimette a girare a pieno regime, puntando dritto le piste dell'Abetone Gravity Park che il 26 luglio ospiteranno il Round #4.

T.E.S.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.